Buonanotte

In banca.

– Salve, devo pagare questo bollettino.

– Ha degli spicci?

– Prego?

– Ha degli spicci? Altrimenti non riesco a darle il resto. Non ho moneta.

– Scusi, ma questa è una banca, se non avete i soldi voi…

– Eh però gli spicci non li abbiamo, quindi se non li ha lei non riesco a darle il resto.

Tiro fuori gli unici spicci che ho, due monete da cinquanta centesimi, che mi pare non spostino di una virgola la situazione.

– Ah benissimo! Eh, però mi scusi ma la cifra che mi dice il monitor inserendo i dati non corrisponde al suo bollettino. Qui è più alta, non posso farle pagare di meno.

– Prego? Quella cifra è sempre stata identica, il bollettino è inviato dalla segreteria dell’Università. La cifra è quella, gliel’assicuro.

– Eh signora ma qui a monitor dice un importo diverso.

In quel momento inizia a palesarsi dentro di me una voce rispetto a cosa potesse essere la differenza di importo, ma allo stesso tempo un’altra vocina diceva “ennò dai, non può essere a ‘sti livelli”. La seconda vocina sbagliava.

– Ah no scusi, ho sbagliato io: la cifra che leggo a monitor è il resto che devo darle!

Buonanotte. Sempre che riusciate a dormire sonni tranquilli pensando a questa che lavora allo sportello di una banca e a vostro cugino ingegnere aerospaziale che sta facendo il turno al call center. In Romania.

Annunci

2 pensieri riguardo “Buonanotte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...