Le cose che ho imparato questi giorni

1- Il Sana è la fiera delle fregnacce. C’è gente che raccoglie bava di lumaca per farne sieri antirughe e li vende a mila euro, boccettini minuscoli. Amici, non state bene. Ma poi mi chiedo: ma come vi è venuto in mente di far sbavare una lumaca tanto da riempire un boccettino e poi applicare ‘sta roba sulla faccia della gente?

2- Mai cedere alla stanchezza e sedersi nel primo bar che trovi dopo essere scesa dalla macchina una volta scappata dalla fiera: quando alla tua domanda “C’è qualcosa per pranzare” ti dicono “Si accomodi al tavolo, le portiamo il menù” e la bottiglia d’acqua ha il design dei profumi di Coco Chanel, è troppo tardi per scappare (tanto non ne avresti la forza, causa stanchezza!)

3- C’è gente che va alle fiere perché è annoiata e ha voglia di parlare con qualcuno. E l’umanità è bella perché è varia. Alla fine anche nei rompiscatole ho trovato un non so che di poetico.

4- Credo ci sia qualche gene dell’abbuffo che ci siamo tramandati dall’età della pietra, qualcosa che faceva sì che quando trovavamo del cibo, fosse anche ‘na mezza carogna, ce lo mangiassimo tutto per fare scorta in previsione di tempi di carestia. Questo gene è vivo e vegeto nel nostro DNA e si attiva particolarmente nei momenti di offerta di cibo gratuito e porta le persone ad ingozzarsi di qualsiasi cosa, QUALSIASI. Sennò non si spiegano le cavallette che hanno assalito talmente tanto la nostra postazione per contendersi quei quattro assaggini che davamo e che mentre ero impegnata a spiegare il prodotto a chi voleva acquistare, infilava cucchiaini nei vasetti inghiottendo di tutto a brutto grugno (espressione della mia amica G. e che a me piace molto, direi che rende l’idea).

5- Huston abbiamo un problema nell’educazione dei bambini. Al quinto che si avventava sul piatto senza chiedere nulla, prendendo la prima cosa che capitava e ingoiandola e purtroppo per lui scegliendo inconsapevolmente una tartina piccantissima, beh… ho lasciato fare. Dovrà pur arrivare il momento in cui imparano dai loro errori? Bene, piccino, per te il momento è stato l’altro ieri.

E dopo una settimana de-li-ran-te, parto. Finalmente. Statemi bene!

Annunci

4 pensieri riguardo “Le cose che ho imparato questi giorni

      1. Ma i figli sono anche altro, però: tipo che hai la scusa per tornare sulle giostre e gridare a squarciagola come facevi da piccola! 😉
        (la colpa è dei genitori, mica di quel piccino maleducato… sicura che non abbia fatto pari pari quello che ha visto fare a loro?)

        Mi piace

      2. Si si certo, i bambini imparano quello che vien loro insegnato, ma diciamo che è una specie animale che non mi incuriosisce granchè, forse perchè ho avuto a che fare con loro fin troppo 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...